e


r3


s


t


n1


 

Cosa visitare

Castello di Brolo La sua fondazione risale al X sec. d.c. Residenza della principessa Bianca Lancia, moglie di Federico II, sorge su un incantevole promontorio roccioso a picco sul mare, delimitato dalle antiche mura di cinta che racchiudono un parco di alberi ad alto fusto. Al suo interno potete visitare anche il Museo della pena e della torture ed il Museo della fortificazione in Sicilia.


Lo scoglio è raggiungibile anche a nuoto, dista circa 400 mt dalla battigia; sarà un’esperienza unica un tuffo dalle varie protuberanze, da quella più bassa a quella per i più esperti. E’ possibile anche usufruire di pedalò e canoe, da noleggiare sulla spiaggia, oppure di barche predisposte ad hoc per i turisti


Borgo medievale, risalente al XII secolo, intorno al classico “baglio”, nasce e si arrocca la Torre di Brolo, che fu anche dei Principi Lancia. Il Castello, con le sue ampie sale, i decori su arenaria, l'araldica impressa sui blocchi marmorei, il parco ampio ed alberato, si staglia sulla naturale baia di Brolo, con le Eolie di fronte, che ne punteggiano l'orizzonte. Il  primo nucleo di questo borgo marinaro si sviluppa intorno alle mura del Castello, conosciuto in epoca normanna con il termine arabo di Voab, cioè “rocca marina”.


Chiesa dell’Annunziata. Costruita nel 1764 per volontà di Ignazio Vincenzo Abate, Marchese di Longarino e signore di Brolo, All’interno sono custoditi quadri di dimensioni gigante su tela di fattura settecentesca ad opera di anonimi: “ L’ANNUNCIAZIONE, IL TRANSITO DI SAN GIUSEPPE, LA NATIVITA’ E LA MADONNA DEL ROSARIO. Si tratta di 4 opere di pregevole valore artistico. Inoltre nella chiesa merita menzione una sedia gestoria.


Palazzi: sulla via principale ed intorno alla chiesa madre si ergono i palazzi delle famiglie Germanà, Gembillo, Maniaci e Baratta. All’interno di questi palazzi si trovano affreschi di pregevole fattura del XVIII secolo; così come all’esterno si evidenzia il portale della Casa Germanà in pietra arenaria e scolpito da scalpellini della zona; casa Baratta il cui Frontale porta ancora oggi i segni della seconda guerra mondiale. Da segnalare il monumeto dei caduti databile 1920 circa e che si trova vicino alla chiesa madre. Invece sul lungomare di recentissima costruzione il monumeto dei caduti a mare, una grossa ancora in ferro in memoria dei brolesi caduti in guerra.


Fontana pozzo contrada Piana. Antica fontana naturale risalente agli inizi del secolo dove donne del luogo si recavano per fare il bucato, infatti esiste ancora una vasca usata per lavare. Circondata da una vegetazione tipica del luogo. Il Territorio di brolo, forse per la sua caratteristica era ricco di fontane, alcune esistono ancora come : Cuba, Cardillo, mersa, Siro.

Acib

bunner 2

bunner 3

bunner 4

Informazioni utili

Comune di Brolo tel. 0941.562469 - Carabinieri tel. 113 - Guardia Medica tel. 0941.563605 - Farmacia tel. 0941.562141 - Parafarmacia tel. 0941 563197
ACI tel. 803116 - Capitaneria Milazzo tel. 090.560071 - Ospedale Patti tel.0941.21154 - Soccorso in mare tel.1530